DISCUSSA IN COMMISSIONE CONSILIARE LA PETIZIONE SUL TEMA DELLA SICUREZZA: SESTO NEL CUORE PRESENTE CON I SUOI TRE CONSIGLIERI, NUMEROSE ASSENZE E DEFEZIONI DELLE ALTRE PARTI POLITICHE.

img_9828.jpg

Comunicato Stampa n. 37 del 22 giugno 2016
DISCUSSA IN COMMISSIONE CONSILIARE LA PETIZIONE SUL TEMA DELLA SICUREZZA: SESTO NEL CUORE PRESENTE CON I SUOI TRE CONSIGLIERI, NUMEROSE ASSENZE E DEFEZIONI DELLE ALTRE PARTI POLITICHE.

Molto spesso il tema sulla sicurezza viene sbandierato dalle forze politiche, sotto elezioni, per propaganda elettorale; tuttavia alla prova dei fatti in pochi si dimostrano realmente interessati all’argomento se non per rispolverarlo al fine di chiedere il voto.

Diciamo ciò senza alcuna polemica ma con la convinzione che la politica, anche alla luce dei risultati elettorali di domenica scorsa, debba essere riconosciuta come “servizio” e che pertanto i cittadini debbono essere informati su chi realmente si impegna per risolvere i problemi oppure “chiacchiera”.
In Commissione Consiliare è stata presentata dal primo firmatario Paolo Rosellini i contenuti della petizione che ha raccolto in città piu’ di 1000 firme in tre mattine e in sole dodici ore di gazebo; Paolo Rosellini, la cui relazione è rintracciabile sul sito www.sestonelcuore.net, ha illustrato una serie di proposte ulteriori ai suggerimenti indicati nella petizione con la volontà e lo scopo di suscitare un dibattito in sede consiliare e convincere l’amministrazione ad intervenire sul tema sicurezza.
E’ ovvio che l’argomento sicurezza è un tema complesso, anche a causa di una scarsa politica attuata in questo campo e in questi anni dall’Amministrazione Comunale, ma la risposta popolare con le firme raccolte impone riflessioni e azioni dirette e concrete.
Riprendiamo per punti le proposte avanzate dalla Lista Civica Sesto Nel Cuore:

1. una seria riqualificazione delle zone più esposte ad episodi di vandalismo e illegalità, con una particolare attenzione alle periferie;

2. il potenziamento degli impianti di illuminazione nelle aree pubbliche (viali, parcheggi e giardini) ed in particolare nelle zone oscurate dagli alberi ad alto fusto;

3. l’incremento della rete di video sorveglianza pubblica, previa una adeguata mappatura della città con accesso diretto alla rete da parte di tutte le forze dell’ordine;

4. istituzionalizzare corsi antitruffa per gli anziani in condivisione con le forze dell’ordine;

5. promuovere gruppi wathsapp “rete amica” attraverso corsi e coordinamento tra i cittadini e condomini interessati;

6. promuovere politiche di sostegno alle associazioni delle forze dell’ordine in congedo favorendone la presenza e l’attività in città.

Oltre a queste proposte il primo firmatario Paolo Rosellini, con il sostegno dei Consiglieri della Lista Civica Sesto Nel Cuore Gianpaolo Caponi, Angela Tittaferrante e Marco Lanzoni, ha sottoposto all’Assessore altre possibili interventi per migliorare la vivibilità in città rendendo i cittadini i principali attori di un processo partecipativo.

I punti significativi riguardano cinque tematiche:
a) applicazione dell’APP Decoro Urbano già adottato in 138 comuni e che consente ai cittadini di interagire con l’Amministrazione Comunale;

b) favorire l’adozione di spazi pubblici da parte di cittadini o di gruppi di cittadini attraverso una pianificazione concordata con l’Amministrazione per riappropriarsi e rendere vivibile spazi abbandonati;

c) promuovere l’istituzione di un Comitato di Cittadini Volontari provenienti da tutti i quartieri della città che attraverso incontri periodici con le Forze dell’Ordine possano portare a conoscenza di quest’ultimi situazioni che meritano attenzione.

d) creazione di gruppi di cittadini abilitati (ad esempio nonni, anziani in pensione, ex vigili) in ausilio alla polizia urbana al di fuori delle scuole e nei parchi cittadini come presidio e con la possibilità di interfacciarsi e segnalare situazioni potenzialmente pericolose alle Forze dell’Ordine.

e) adesione da parte della città di Sesto San Giovanni ad una ormai consolidata forma di controllo, denominata “controllo di vicinato” sempre più radicata nel tessuto sociale di numerose città italiane che ha dato buoni frutti nel contrastare episodi criminosi o potenzialmente tali.

“Auspichiamo – concludono i Consiglieri della Lista Civica Sesto Nel Cuore Gianpaolo Caponi, Angela Tittaferrante e Marco Lanzoni – che questo sia solo l’inizio di un percorso di condivisione che la buona politica deve perseguire.”

 

Comments

comments